Gruppo Sbandieratori di San Gemini          Grafica Logos Design

Fin dai primi anni dalla sua fondazione il Gruppo ha posto in evidenza l’importanza della costituzione di una scuola di bandiera ed al tempo stesso quella della formazione di un vivaio che potesse assicurare i necessari ricambi, in modo da assicurare la continuità  del Gruppo stesso.

Inizialmente tale attività  ha assunto una valenza saltuaria, tanto da interessare soltanto periodicità  pluriennali (1976 - 1981 - 1987), ma negli ultimi anni si e' trasformata in una vera e propria scuola permanente, sia per il reparto degli sbandieratori che per quello dei musici, e che segue, ai fini della preparazione e degli allenamenti, le stesse regole e temporalità  del gruppo principale, dove sotto la guida del Direttore Tecnico, i suoi collaboratori infondono ai giovani ragazzi tanto nozioni tecnico pratiche , quanto quei valori comportamentali alla base della civile convivenza, fondamentali poi per inserirsi nel gruppo e divenire uno sbandieratore completo sotto ogni aspetto. 

Una scuola così organizzata ha permesso di ottenere una vera e propria formazione minore, quella dei "Piccoli Bandierai", che, eseguendo un vero e proprio personale repertorio di numeri, agisce e si esibisce in via autonoma e collaterale, tanto nei confronti dei soggetti esterni richiedenti, quanto all'interno della "Giostra dell'Arme" ove, ormai da decenni, viene riservato uno spazio importante per la loro esibizione. 

Ora la quasi totalità  dei ragazzi che vengono inseriti nel gruppo maggiore passano attraverso quello dei Piccoli Bandierai.

Since the first years from its foundation the Group has set in evidence how much important was to constitute a school of flag and at the same time to allow the formation of a breeding ground that could assure the necessary exchanges, in order to assure the continuity of the Group itself. 

Initially such activity has assumed an irregular value, in fact it had performed only during periodicity multi-year (1976 - 1981 - 1987), but in the last years it has turned into a real permanent school, both for the department of flag-throwers that for the one of drums and clarions, and that it follows, to the goals of the preparation and the trainings, the same rules and worldliness of the master-group, where under the guide of the Technical Manager, its collaborators infuse to the young boys both technician practical and behavioral values that are at the base of the civil cohabitation, fundamental then to insert on all accounts him in the Group and becoming a complete flag-thrower.

A school so organized it has allowed to get a real smaller formation, the one of the "Piccoli Bandierai", that, performing a real personal repertoire of exhibitions, it acts and it performs in by autonomous and collateral, both towards the subjects external applicants as for the inside of the "Giostra dell’Arme" where, by now from decades, an important space is reserved for their exhibition. 

Now all those boys that are inserted in the greatest Group almost pass through that of the “Piccoli Bandierai”.